lunedì 7 maggio 2012

"IN THIS MADNESS..."

Nell'immediatezza delle cose, nell'ora, nell'istante.
E' qui che manchi.
E' qui che cade l'idea di te.
Così precipita.
Non puoi cogliere le sfumature, le mie, quelle del linguaggio che ti parlo.
Puoi soltanto bermi come un assetato.
Tutta d'un fiato.
Quasi insapore.
Come fossi acqua.

8 commenti:

writer ha detto...

Bellissima...buona serata

.come.fossi.acqua. ha detto...

writer, buonanotte :)

ha detto...

mmammmamia, mi son venuti i brividi. che bella. latito un po' e mi diventi anche poetessa, temo che dovrò sparire più spesso :)

.come.fossi.acqua. ha detto...

pi, lascio la poesia a chi è capace.
è solo un po' di tristezza messa in parole.
vane.
e stupide.
come me.

domattina vestirò un sorriso gioioso e mi distrarrò e starò meglio.
stasera non ne sono stata capace.
un abbraccio...

Serena Madhouse ha detto...

come fossi acqua, senza sfumature...
quelle verranno gustate in seguito!

ginocchiaapunta ha detto...

l'ingordigia di bere, non sembra una cosa brutta..
ecco..

.come.fossi.acqua. ha detto...

mad, temo non avverrà mai...
o poi boh, io non lo so.
quello che accade fuori di me sfugge al mio controllo.
e tante volte anche quello che accade dentro.
anzi, forse soprattutto quello.

.come.fossi.acqua. ha detto...

g.a.p...... eh... brutta brutta non è...
ma poi si fanno i conti con il resto che non torna.
o forse il resto è giusto e a me sfugge...