giovedì 13 febbraio 2014

IL DOLCE DI SAN VALENTINO



Apro fb e trovo la foto del dolce che un'amica ha amorevolmente preparato per il ragazzo.
E' per San Valentino, scrive.
Non la invidio.
E non è invidia travestita da cinismo, questa.
Non la invidio perchè so.
Ecco.
E tanto basta per non farmi provare invidia, ma dispiacere.

Quanto a me, non ho dolci da fare o da regalare, a meno di non prendere dei baci perugina per i miei amici single, con i quali passerò una festività che non mi riguarda a cazzeggiare, come ogni venerdì che si rispetti.

Stavo per chiudere questo brevissimo post, quando un'amica, fuori da la porta a vetri, mi saluta e mi fa cenno di andarle incontro.
Lo stalker che la assilla telefonicamente da qualche mese non accenna a smettere.
Dice di essere un ammiratore, e che vuole solo sapere come sta.
E farle sapere che è bona.
Il marito non è molto contento che lei riceva questo tipo di apprezzamenti dagli sconosciuti.
Le ho detto: " A questo punto, perchè non gli dici di mandarti i cioccolatini? Almeno ce li mangiamo!"

Domani, in ogni caso, qualcuno sicuramente riceverà gli auguri.



2 commenti:

onda ha detto...

Ho sempre odiato questa festa, indipendentemente dalla condizione in cui mi trovassi... Rivista così però è carina...mi hai fatto sorridere...
Ps forse sarà anche il fatto che s. Valentino è il compleanno di mia suocera???? Mmmah! ;-))

.come.fossi.acqua. ha detto...


onda, chissà!
nel frattempo abbiamo scoperto chi è lo stalker.
fortunatamente è inoffensivo, o apparentemente tale.
e i cioccolatini non sono arrivati...