sabato 1 febbraio 2014

INTERMEDIAZIONI




Ultimamente sono vittima di imbarazzanti tentativi di intermediazione dei quali farei volentieri a meno.
Soprattutto perchè provengono da persone con le quali ho a che fare per ragioni di lavoro.

- "Tizio continua a chiedermi di te! Perchè non ci esci insieme?"

Ebbene:
1. Con Tizio ci conosciamo perchè ci hai presentati tu e proprio perchè continuava a chiederti di me e voleva che uscissimo insieme;
2. Con Tizio siamo già usciti insieme, c'eri anche tu e altre persone, una serata pallosa come poche, nella quale il tipo ha spiccicato poche parole e pure fuori luogo;
3. E per fuori luogo intendo che su di me argomenti come "ho un ottimo lavoro, una macchina potente e una villa con piscina" non fanno presa;
5. E tra parentesi, il lavoro ottimo che fa lo deve ad importanti raccomandazioni;
6. Un uomo che si è fatto da solo, insomma, come lo cerco io;
7. Si, proprio come lo cerco io;
8. Con tali precedenti, e considerato il mio interesse pari a zero, dovrei pure chiedergli di uscire insieme?
9. Cioè, dico, dovrei? Ho una pistola alla tempia? E' un atto dovuto? Una cortesia? Un'opportunità che non dovrei farmi sfuggire?

- "A te e Caio vi vedrei veramente bene insieme... Avete un sacco di cose in comune! E mi ha detto che l'hai colpito, per delle cose che hai detto. Perchè per fare questo lavoro che devi fare non passi quando c'è lui?"

Dunque, vediamo:
1. Caio, che conosco, ha come Tizio spiccicato poche parole, ma corrette, rivolgendomi sorrisi timidi;
2. Caio... si, forse abbiamo qualcosa in comune;
3. Forse;
4. Per quale ragione però devo prendere l'iniziativa per creare una situazione e conoscerlo al di fuori del lavoro?
5. E poi queste commistioni non sono da me. Il lavoro è lavoro, la vita privata è vita privata.


La morale della favola è che per farmi rimorchiare da 'sti due dovrei essere io a rimorchiarli.
Una pretesa da poco, considerati i presupposti.
Non fa una piega.

Poi mi chiedono perchè sia single...




4 commenti:

Personne (semplicementeBi) ha detto...

Non fa davvero una piega...però, che fastidio questi uomini d'oggi, che fanno tanto sfoggio del loro lavoro/posizione/macchina/casa/blablabla ma poi PRETENDONO siamo noi a fare il primo passo, ma qundo mai s'è visto?!

onda ha detto...

Molto simpatica questa narrazione, che però purtroppo è la narrazione di una realtà oggi molto diffusa...il genere maschile come lo cerchiamo noi, spoglio di tutti i lustrini e vestito di personalità, sta diventando sempre più una rarità...

Anonimo ha detto...

É finito il mondo... Lo dico sempre...


- comefossiacqua (troppo pigra stasera per loggarsi)

Anonimo ha detto...

Ecco... La personalitá... Dove sará finita?
La cosa veramente buffa è che un terzo pare si sia aggiunto alla lista.
In effetti me lo ritrovo da un po' ogni giorno a lavoro.
Ho pensato tra me e me "per stare così spesso qui starà veramente a problemi seri... Oppure non ha davvero nulla da fare..."

Giuro, non ho parole per la follia collettiva di questi giorni!

- comesopra