mercoledì 25 marzo 2015

SERE SOLE



Che torni con il vestito carino che hai messo per andare al lavoro e non hai fatto in tempo a cambiare.
Che gli stivali li senti stretti e sono la prima cosa che sfili.
Che quasi lanci via.
E poi la cintura.
E poi con i capelli e il trucco sfatti ti sgretoli scomposta sulla sedia e afferri il cellulare, sempre dopo avere acceso la radio a tutto volume.


Che c'é la Maugeri che spiega la genesi di Creep, e nemmeno la adori, ma ogni tanto la apprezzi.


Che un pezzo di carne al sangue e due patatine fritte, spruzzati con il succo saporoso dei limoni di campagna raccolti nel week end, ti sembrano una gran cena.
E lo sono, mica no.


Che ti scambi due messaggi con altre solitudini sparse per l'Italia, che se fossero qui si starebbe insieme, e invece cosí ci si fa compagnia a distanza.
Ognuno con tante piccole cazzate quotidiane da raccontare.
Incontri cestinati.
Rapporti evanescenti.
Cene solitarie.
E tu al centro di queste abitudini nelle quali piombi nelle sere sole cui volontariamente ti sottoponi.
Come se, pur cosciente dell'esistenza di altro, ti ostinassi in questo.


É ostinazione, questa scelta di stare sola?
É irrequietezza?
Cos'é?
Stasera non avevo voglia di immaginare uno scenario diverso da quello che potevano offrirmi i muri di casa.
Non sto né bene né male, solo svogliata.
E stanca.






11 commenti:

DERIVAZIONE A ha detto...

Quando è così, non resta che trovare apprezzamento, che pure esiste.
Buona serata

.come.fossi.acqua. ha detto...

Sto collezionando sere sole da un po'.
Esco di meno e nemmeno mi pesa.
A volte, invece, mi pesa eccome.
Stasera boh.
Boh tutto.

Buona serata anche a te.

Apprendista Nocchiero ha detto...

"Non si è mai davvero soli, finché si ha una papera di gomma" disse un vecchio saggio autore.

Io sono dell'idea che si è soli solo quando non si basti a se stessi.
Io basto a me stesso e raramente sento il peso della solitudine (che pure mi accompagna nella quotidianieità delle mie settimane).

Chi basta a se stesso ha se stesso per sé e non è mai davvero solo.

.come.fossi.acqua. ha detto...

Ed io non riesco a tollerare altra compagnia che quella di me stessa, da un bel po'.

É pur sempre una vita solitaria, anche quando incontro altre persone.

Nessuna compagnia mi gratifica davvero, ormai, da qualche anno.

Amichevole o meno che sia, si intende.

Apprendista Nocchiero ha detto...

Per molti versi è difficile trovare delle persone valide con cui trascorrer il tempo.
Anche per questo tendo a trascorrerlo in solitudine, piuttosto.

.come.fossi.acqua. ha detto...

Lo capisco perfettamente.

E proprio perché preferisco star sola, talvolta preferirei volere compagnia.
E non accontentarmi di una compagnia qualsiasi.

Apprendista Nocchiero ha detto...

Beh certo: se trovi qualcuno la cui compagnia sia valida allora sarà una persona speciale

.come.fossi.acqua. ha detto...

Ne sono certa ;-)

sara-sky ha detto...

Quoto nocchiero. Troveremo questa compagnia e sarà fantastica ;-)

sara-sky ha detto...

Quoto nocchiero. Troveremo questa compagnia e sarà fantastica ;-)

.come.fossi.acqua. ha detto...

Nocchiero dice spesso cose sagge :)))