mercoledì 10 febbraio 2016

RITRATTI IN ROSSO



Mi si avvicina, e mi chiede di guardare il suo cellulare.
"Sei stata tu a fare queste foto?", mi chiede.
Riconosco, nel tipo sbarbato che scorre le immagini sfiorando lo schermo con un dito, il tipo con la barba cui ho fatto dei ritratti con il cellulare di un amico la scorsa estate.


Eravamo al mare, e quando li ho raggiunti per l'aperitivo, lui era giá lí, abbigliato in modo abbastanza bohémien, e, senza essere invasiva, gli ho fatto una serie di ritratti.


L'amico che abbiamo in comune, del cui cellulare ho usufruito per gli scatti, glieli ha girati, a distanza di tempo.


Poi non ci siamo incrociati piú.


Voleva dirmi grazie di persona.


Sono belli, estemporanei ed esotici, questi scatti.
I colori sono vividi, e le pose naturali.


E pensare che sono stati rubati al tavolino di un italianissimo chioschetto sul mare, davanti a un peroncino.





3 commenti:

Bulut ha detto...

:)

sara-sky ha detto...

ma chiedere il numero di telefono non si usa più? questi uomini :/

.come.fossi.acqua. ha detto...



Ha detto che era da un po' di tempo che voleva ringraziarmi di persona, ma non ci incrociavamo mai.

É stato gentile, ma non é il mio tipo, non gli ho dato corda.