sabato 30 aprile 2016

"TI PASSO A PRENDERE IO STASERA" E DI ALTRE MINACCE DEL FINE SETTIMANA



La gente ha deciso che non posso stare male nemmeno il week end.


"Certo che ascoltare questa musica non ti aiuta...", riferito al cd nuovo.
"Lo sai che ascolto musica piú introspettiva rispetto a quella angelicata e zompettante che ascolti tu!"


"Ti passo a prendere alle otto!", dice.
"Alle otto? Usciamo con i polli, cosí presto?"
"Se ti avessi detto alle nove avresti risposto la stessa cosa..."
"Non ce la faccio..."
"Ma sono i tuoi amici, non i miei!"
"Dai, sono diventati pure i tuoi, che problema c'é? Vai tu, mi sostituisci egregiamente...", neanche fosse lavoro.
"Esci da quella casa!", e mi domando perché dovrei.


"Si puó sapere che stai facendo?"
"Sto con elettrica in mano..."
Mi posso concedere un po' di musica, dentro casa mia, si?


"Vieni a prenderti il caffé al mare con me, il sole, il cane..."
Sono gattofila, e in fase lunare, non sopporterei l'entusiasmo di un cane, in questo momento.
Non sopporto nemmeno quello dei cristiani.


Oggi la tuta ha sostituito il pigiama, ma il supporto emotivo orientato in orizzontale che mi offre il letto é imbattibile.


Rendermi presentabile richiede alzarsi da questo letto nel giro di mezzora.


Il solo pensiero mi é intollerabile...



2 commenti:

VelaBianca ha detto...


sei simpatica sai?
nonostante il momento no!!!!

.come.fossi.acqua. ha detto...


L'ironia mi seppellirá...