martedì 12 luglio 2016

PICCOLE METAFORE DAL MONDO QUOTIDIANO



Sono rimasta a cena dai miei, stasera.
Mia madre, casalinga e lavoratrice, è anche una gran cuoca.
E ha da sempre la preoccupazione di sfamare ogni membro della famiglia a tutti i costi, come se saltare un pasto, o arrangiarlo, fosse un peccato.
Solo che oggi non c'è acqua.

"Prendimi la bistecchiera, che arrostisco la carne, stasera!"

L'ho fatta ragionare sul fatto che non c'era acqua a sufficienza per lavare la bistecchiera, dopo cena, e che non aveva senso lasciarla sporca, con questo caldo, fino a domani.
Che andavano bene anche delle uova bollite.
Molto meno impegnative.
Facili.

Ha aderito alla mia proposta.

Ecco, io invece, anche se manca l'acqua e fa caldo che si muore, non desisto dal mettere la carne a cuocere.
Non mi accontento delle uova bollite.


La morale della favola, è che con il tempo mia madre è diventata più ragionevole, mentre io...



A tal proposito, volevo specificare che l'uovo bollito continua a scrivermi da ieri, nonostante non abbia dato seguito allo scodinzolio.
Nonostante anche oggi abbia fatto cadere nel nulla una frase buttata lì per esplodere in un pettegolezzo terra terra su un'amica in comune.

Sono io la stronza, poi, se nemmeno apro il messaggio, adesso.

O peggio, faccio la difficile.







5 commenti:

Apprendista Nocchiero ha detto...

Anche mia madre inizia a ragionare con l'età, mentre io ragiono come faceva lei a quest'età

.come.fossi.acqua. ha detto...



miglioreremo con il tempo, come il vino.

Nina ha detto...

È da molto che non mangio uova bollite... Decisamente le preferisco alla carne. Hai dato un buon consiglio.

.come.fossi.acqua. ha detto...



nina, spero tu ti riferisca solo all'alternativa in cucina! :)))

Apprendista Nocchiero ha detto...

In questa casa, il vino non invecchia: finisce.