mercoledì 12 ottobre 2016

LE PERCENTUALI SECONDO ME


È nata una piccola discussione con un amico, davanti una birra.
"La maggior parte delle persone non tradisce, conosco tanta gente che, ci metto la mano sul fuoco, pensa solo alla famiglia", ha esordito.
"Per me non è così, ho una percezione diversa della realtà che mi circonda, di persone corrette ne conosco davvero poche. E fossi in te non ci metterei la mano sul fuoco, per gli altri...", ho replicato.

Come si può pensare di conoscere abbastanza il prossimo, al punto da scommettere su come gestisce la propria vita privata?

Mi ha contestato in mille modi quello che ho detto.

Soffermandosi, soprattutto, sulla percentuale del 50% + 1, che secondo lui non tradisce, rispetto alla percentuale che indico io.

"Come pensi possa matematicamente stilare percentuali su quello che le persone fanno nella propria sfera privata? La stima la faccio sulla base del lavoro che svolgo, dell'ambiente che frequento, delle avances che ricevo da uomini sposati o impegnati, dai venti ai sessanta anni. E la maggior parte delle persone che conosco, tradiscono. Il fatto che la discrezione non mi porti a spiattellare i loro nomi o a diffondere notizie sul loro conto, non vuol dire che non conosca certe situazioni", ho detto.

Per lui non è così.

Non ho voluto infierire - la conversazione si era già fatta sgradevolmente accesa - sottolineando che da uomo non ha certo percezione delle avances che una donna riceve costantemente, ogni giorno, attraverso contatti reali o virtuali.
E se io, ad esempio, ogni giorno registro sulla mia pelle attenzioni particolari o proposte spudorate da parte di padri di famiglia, le cui mogli poco si preoccupano di portare delle belle corna in testa, in cambio di uno stipendio che le tenga con il culo al caldo, non sono le mie percentuali o statistiche a fissare una regola certa, ma costituiscono senza dubbio, un riferimento notevole.

Che unito a quello di altre donne, si approssima ad una percentuale massiccia.

Non ho la presunzione che ciò che vivo sia l'unica realtà possibile, ma certamente, di quel che fanno gli uomini in compagnia delle donne, da soli, lo sanno solo le donne oggetto delle loro attenzioni.

E no, non conosco molti esempi di correttezza, sono mosche bianche, che riconoscono di essere mosche bianche e ne vanno fiere.

Così come con fierezza altri si dedicano a pratiche orgiastiche o sadomaso, riducendo la sessualità a mero sport, o ad un livello di squallore tale da tenere persone come me ben alla larga.


9 commenti:

Bill Lee ha detto...


Haha ci mette la mano sul fuoco!

Dai si sa, l'uomo è bestia, fa schifo e tradisce.
Ce ne sono tanti.

Io ancora no, ma magari un giorno verrà fuori che faccio schifo come tutti gli altri.

Bill Lee ha detto...


poi eh, c'è da distinguere tra avances e "battutine", grazio a dio ci sono molti uomini che ogni tanto la buttano lì giusto per fare gli splendidi, per sentirsi fighi, ma in fin dei conti non scopano mai in giro.
Solo che non saprei quantificarli.

sara-sky ha detto...

beh...è solo una persona che non vuole vedere.
Mio fratello è terrorizzato dalla percentuale di tradimenti, ma nonostante le statistiche ha deciso di sposarsi ;)
e mi è sembrata una scelta bella e coraggiosa

Bulut ha detto...

Appunto, anche secondo me non si può mettere la mano sul fuoco di cosa fanno gli altri nel proprio privato...

E per la percezione che ho io delle cose, anche qui le persone si prendono e si lasciano, tradiscono più o meno scopertamente... Ci sono coppie di amici che conosco e, da distante, paiono solide. Spero per loro che anche lo siano, ma non si può mai dire.

Viaggiatore Immaginario ha detto...

Beh, le statistiche dicono che il 50% delle coppie conosce il tradimento...
Il restante 50 non si è fatto scoprire quindi.

.come.fossi.acqua. ha detto...

bill, nessuno è perfetto.
per avances intendo quelle che ti mettono a disagio.
da donna, quando ti propongono esplicitamente di far sesso con loro.
oppure quando il contatto fisico non si ferma alla mano sulla spalla, e nemmeno a quella sulla gamba.

le battutine e quelli che ti infilano gli occhi nella scollatura e sotto la gonna, o che ti fanno i raggi x quando passi, sono niente, a paragone.

la quantificazione esatta sfugge anche a me, ma le mani non me le brcuio in scommese del genere!

.come.fossi.acqua. ha detto...

sara, è un ottimista cronico.
di quelli che il bicchiere lo vede sempre mezzo pieno.
di quelli che c'è sempre di peggio.
di quelli tanto buoni e disponibili che prima di sentire la puzza di marcio, ci devono affogare dentro, e ancora stanno lì a domandarsi come sia possibile...

vediamo la questione da punti di vista differenti.
entrambi siamo single, ma viviamo in contesti lavorativi diversi.
lui ha la stessa cricca di amici da sempre.
io ho amici sparsi in ogni dove, e frequento gente diversa, oltre quella che frequento con lui, che ha pure una vita estremamente ordinaria e regolare.

la scelta di tuo fratello è coraggiosa, è vero.
e di coraggiosi ne sono rimasti pochissimi.



.come.fossi.acqua. ha detto...


Bulut, non si può avere la presunzione di conoscere gli altri talmente bene da pensare di sapere esattamente cosa fanno nel loro privato.

quando gli ho detto che, ad esempio, noi ci conosciamo benissimo, ma ci sono tante cose che faccio nella mia vita privata di cui lui non è al corrente non mi ha detto nulla, mi ha solo guardato.

nessuno rendiconta la propria vita al prossimo, per filo e per segno.

e molti vivono in gabbie dorate dalle cui portine, spesso, si affacciano sul mondo esterno.
è un dato di fatto.

.come.fossi.acqua. ha detto...



viaggiatore, non sono cinica al punto da pensare che non esistano persone che non si tradiscono, e non sono una statista, non posso stendere percentuali precise, ma il mondo che ci circonda lo vediamo tutti quanti.
e forse è come scrivi tu, che molti non si fanno scoprire.

spesso veniamo coinvolti, senza nemmeno saperlo, in tradimenti di altri.
molte persone si tolgono la fede.
certe persone si spacciano per single, e hanno i figli a casa.
o la moglie incinta.

discutere se è il 50% o 50% + 1 in che modo influisce sul fatto che queste cose siano diffuse in modo massiccio?