martedì 6 giugno 2017

LA TERRA SOTTO I PIEDI



È questa che manca.
Questa.
Per una serie infinita di ragioni, tutte valide.
Almeno nella mia testa.

Sbilanciarsi per cadere?
Quando si ha la certezza matematica di cadere?
Quando tutti gli elementi assomigliano, uniti come puntini, alla somma illustrata di questa certezza?

Ho faticato così tanto, per reggermi in piedi, e anche un colpo di vento, talvolta, mi affatica.
Mi destabilizza.

Mi sono ritirata nella riflessione, ma ho bisogno di un luogo diverso, che non mi distragga.
E da sola.

3 commenti:

sara-sky ha detto...

dopo aver imparato a stare da soli, essere in coppia è un'esperienza travolgente...io ho la sensazione di aver "perso la mia forza" di stare sola. In compenso ho guadagnato altre cose.
Quando me ne sono resa conto, ho avuto paura. Come se non mi sentissi più autosufficiente.
Tuttavia, in base a quello che so, ho deciso di proseguire.
Ti abbraccio

.come.fossi.acqua. ha detto...



Sara, io invece so cbe in coppia o da sola, devo fare affidamento su me stessa.
Sempre.
Il che mi affatica.

M. ha detto...

come fossi acqua...credo tu abbia davvero ragione.