martedì 23 aprile 2013

PUNTI CARDINALI E DIREZIONI POTENZIALI


Non so dire quale sia il punto esatto del mio corpo nel quale il convincimento si tramuti in decisione ferrea.
Concorrono diversi organi, in questo senso.

La comunicazione che mi è arrivata mi impone di scegliere a stretto giro della direzione da imporre alla mia vita nel futuro prossimo.
Una direzione tutta da definire, nulla che sembri connotato dai requisiti della certezza, al momento.
Quanto prospettato non combacia esattamente però, allo stato, con quello che vorrei.
Se salto nel vuoto deve essere non è questo quello cui pensavo.

No.
Perchè no dice lo stomaco e la testa.
E il cuore.
Che in un battito risponde a gran voce per tutti gli altri organi.

Ed ecco quindi, che la risposta è sempre lì.
Il sottofondo costante al rumore ed agli schiamazzi inutili del mondo che mi ruota attorno.


8 commenti:

ha detto...

sempre in divenire, eh? :) baci!!

.come.fossi.acqua. ha detto...

Ho una manciata di giorni per valutare, ancora, la proficuitá e fattibilitá di una opzione.
Chissá pi... Navigo a vista...

red ha detto...

certi treni passano e ci lasciano lì.
perché non vanno esattamente dove vogliamo andare.
però forse ci si avvicina o aumentano le possibilità.
comunque crescita.
io dico che è il momento di investire, ma io sono sempre stato affascianto dalle vie tortuose.
vivere di bolina. ;)

.come.fossi.acqua. ha detto...

red.. difatti questo treno è davvero tale. padsa ora e poi chissâ. anche se non porta esattamente dove voglio andare mi sono riservata di decidere. ;-)

onda ha detto...

c'è sempre molto movimento in te ed attorno a te... bellissimo... ti auguro di prendere la decisione migliore, forse quella più lontano dalla testa... anche se a volte non sembra la migliore... un abbraccio

.come.fossi.acqua. ha detto...

onda... c'è movimento in generale... ho solo deciso da un po' di prendervi parte in modo totalizzante.
ovunque mi porti questa cosa.
una mezza decisione l'ho appena presa.
anzi, più d'una.
ho mandato la mail del penultimo giorno.
chissà.
chissà che ne sarà di me, di tutto.
che magari alla fine non ne sarà niente e deciderò di rimanere qui senza traslocare la mia inquietudine altrove....

ciao!

red ha detto...

vorrei che scrivessi qualcosa, quando e se sarai salita su quel treno. mentre sarai ancora in viaggio verso non si sa bene dove ma dev'essere più o meno dove volevo andare da un pezzo.
lascia delle briciole, non per te, non per tornare, ma per consentire al mondo di non perderti di vista.
e nel mondo, il secondo da destra, terza, fila, sì, quello accigliato, ecco, quello sono io.

.come.fossi.acqua. ha detto...

Red... É una decisione che sto carezzando ma non so ancora se prenderó.
E dubito ci si perderá di vista.
In ogni caso.