lunedì 4 giugno 2012

... QUANDO DICE CULO!

Sono passata alle poste e mi sono dimenticata allo sportello delle raccomandate la borsa grande con il computer portatile, un assegno di notevole importo, e diversa roba di lavoro.
Avevo già percorso un chilometro in macchina, mi giro, osservo il sedile passeggero e vedo la borsa piccola.
Qualcosa non torna.
La borsa... si... ma l'altra?
OMMIODDIO!
Stavolta sono fottuta.
Passerò il resto di questa merdavigliosa giornata dai carabinieri a fare la denuncia, ho pensato.
Poi mi è presa bene, mi sono rilassata e ho pensato che non faceva nulla, che avrei risolto, con un disturbo sostenibile, l'inconveniente.
Il pc è tempo di ricomprarlo (averci i soldi l'avrei già fatto), l'assegno non possono incassarlo che denuncio subito l'accaduto, per il lavoro è un mezzo guaio... ma recuperabile con una minima spesa.
Mi sono precipitata alle poste, la tipa allo sportello che era in fila dopo di me fa: "eh, ma io l'avevo visto che aveva dimenticato la borsa!"
Ma perchè diamine non mi hai chiamata o seguita per dirmelo mentre me ne andavo, allora?
Perchè nessuno mi ha dato una voce del tipo: scusi, ha dimenticato la borsa?
E se fosse stata una bomba?
Sarà per questo che nessuno l'ha toccata?

Per fortuna la borsa era ancora lì, integra, e con il contenuto al suo posto.
Mi ha detto culo, stavolta.
Se mi compro un bigliettino gratta e vinci può essere che vinco qualche cosa, oggi?
Peccato che per quando esco da lavoro troverò tutto chiuso...

2 commenti:

MichiVolo ha detto...

il gratta e vinci compralo domani! :)

.come.fossi.acqua. ha detto...

michi, domani è un altro giorno.
e potrebbe non "dirmi culo" come oggi.
anzi, per la sacrosanta legge della compensazione, non so cosa aspettarmi da domani.
comincio a farmi il segno della croce.......