domenica 31 gennaio 2016

MI VANNO STRETTI I RAPPORTI



Un po' tutti.
Anche quelli che funzionano.

Mi vanno strette le vecchie e le nuove conoscenze, le opinioni scontate, le dinamiche conosciute.
Mi va stretta l'erudizione quanto l'ignoranza spicciola.
Non ho voglia di stare a casa e nemmeno di uscire.
Se esco ho voglia di tornare, e se torno a casa poi mi viene voglia di uscire.
Questa volubilità non so fino a che punto mi appartiene.
E se questa instabilità me la sono in parte cercata, perché insofferente, non credo sia del tutto colpa mia.

Mi rendo conto di cercare quotidianamente qualcosa o qualcuno con cui prendermela per sfogare una rabbia che appartiene solo a me.
Nessuno se ne rende conto, perché quel che scrivo qui appartiene alla mia interiorità, mentre l'esteriorità è sempre molto composta e civile, rispettosa, anche se rabbiosa.

Ho instaurato rapporti intellettualmente soddisfacenti, altri meno, altri di affetto incondizionato.

Nulla che però mi soddisfi.

Nulla che riempia i miei giorni.



5 commenti:

sara-sky ha detto...

eh. a volte è così.

MichiVolo ha detto...

Ma quanto ti capisco da 1 a "sono io che ho scritto questo post"?!

.come.fossi.acqua. ha detto...



Sara, e quando passano queste volte che cominciano a sembrare eterne?

.come.fossi.acqua. ha detto...


Michi, non trovo la tecnica giusta per affrontare questa insoddisfazione.

sara-sky ha detto...

non ho (ancora) una risposta valida. Navigo a vista.