domenica 15 aprile 2012

CHI SONO

Oggi ho passato una magnifica giornata, fatto nuove amicizie, osservato il mare in silenzio ma immersa nel rumore.
Ho scattato foto sotto la pioggia.
Ho preso tanta acqua e tanto vento.
Mi sono lasciata spettinare dalla salsedine, con noncuranza.
Sono tornata in un luogo del quale sono figlia adottiva, un luogo dal quale manco da tempo ed al quale inevitabilmente ritorno con la gioia che mi splende negli occhi.
La testimonianza diretta di questo piccolo miracolo è racchiusa in quelle foto scattate di sfuggita, in quei sorrisi identici a quelli di allora.
La mia faccia si trasforma quando ritorno lì.
Il mio corpo ed i miei passi riprendono la vecchia cadenza.
E tornarci mi serve per ricordare chi ero, la strada che ho fatto e chi sono ora.
Che non sono nessuno, sia chiaro, ora.
Sono solo io.
E domani potrei essere ancora meno.
E mi va bene così.
In certi momenti non si deve per forza scegliere in che direzione andare.
Ed io ora, non voglio decidere nulla.
Voglio stare così, sotto la pioggia, con i capelli in balia del vento, a guardare in silenzio il mare .

6 commenti:

lasnues ha detto...

e poi se ci metti di sottofondo questa canzone diventa ancora più bello quel mare ....

:-) !

ha detto...

trac, pure la sinestesia nel finale! ;) buona settimanaaa! che sto post mette voglia di vivere.
bellissimo il tag "io non so mai nulla percepisco solo" -"e quando le porte della percezione saranno purificate...."-

.come.fossi.acqua. ha detto...

las, che bello immergersi con la testa in quel mare :)

.come.fossi.acqua. ha detto...

pì...
l'istinto... :)

onda ha detto...

essere se stessi è molto meglio che essere qualcuno...
ed è bello potersi permettere di sostare, di rimanere, di non andare, di non decidere, di non muoversi per forza... solo sostare tra pensieri ed emozioni più o meno noti... e in quel sostare e nel suo silenzio poter ascoltare e ascoltarsi davvero...

.come.fossi.acqua. ha detto...

onda, bisogna ritagliarsi piccoli spazi nel tempo... anche quando si ha da fare.
altrimenti si impazzisce.
e poi basta aspettative, quelle proprie e quelle degli altri.
certi giorni bisogna mettersi in pausa dal resto del mondo e concedersi un'immersione in se stessi, o no? :)