martedì 14 aprile 2015

AFFATICARSI



Non si parla la stessa lingua, qui.
Mondi distanti, linee parallele.
Mi affatica comunicare, certi giorni.
Mi affatica ricevere parole estranee ed ostili.
E queste ultime come mai, ultimamente.


E questo senso di affaticamento non riesco a sanarlo.





Mi sono trascinata fuori casa per forza di inerzia, alcune sere.


Ho cancellato diversi numeri, i giorni scorsi, dalla rubrica.
Cinque persone che non mi interessa contattare, ormai, nemmeno per sbaglio.


Mi sento affaticata dal contatto con gli altri per una serie infinita di ragioni.


E stasera decido di resuscitare questa bozza, pur avendo scritto a sufficienza di stupidaggini varie ed eventuali.


L'irrequietezza preme e spinge, e potessi sedarla, non sarei qui a scriverne.


3 commenti:

DERIVAZIONE A ha detto...

Sono i momenti di crescita maggiore... Anche dietro l'apparente semplice gesto del cancellare numeri c'è evoluzione...

.come.fossi.acqua. ha detto...

Ai cinque iniziali ne sono seguiti altri.
Ho voglia di andare oltre.
Di fare cernite ancora piú serrate.
Di non bruciare il mio tempo e le mie risorse indifferentemente per tutti.

sara-sky ha detto...

Solidarietà